Risk Management – Il primo blog in Italia sui temi del Risk Management.

“Non dobbiamo prepararci solo a ciò che possiamo prevedere, ma anche a ciò che non è prevedibile“.

Archivio per RC Auto

Dematerializzazione attestato di rischio

Attestato_di_rischio

Visto che in questo blog parliamo del “rischio,“ oggi mi occupo di una comunicazione di servizio relativamente al rischio legato alla Responsabilità Civile Auto perché, con le nuove disposizioni concernenti l’attestazione sullo stato del rischio che certifica situazione assicurativa R.C.Auto degli ultimi cinque anni  (assenza o presenza di sinistri, eventuale classe di merito maturata, ecc.), l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (IVASS), ai sensi dell’art. 134 del Codice delle Assicurazioni (D.Lgs. n. 209/2005), con il Regolamento n. 9 del 19 maggio 2015 ha disciplinato la c.d. dematerializzazione dell’attestato di rischio, vale a dire la sostituzione del documento cartaceo con le informazioni memorizzate in un’apposita Banca Dati elettronica, sotto il controllo dell’IVASS.

La dematerializzazione è attuata a partire dagli attestati di rischio relativi ai contratti in scadenza dal 1° luglio 2015.

Per stipulare il contratto R.C.Auto, non sarà più necessario presentare l’attestato di rischio cartaceo perché la situazione assicurativa sarà acquisita direttamente dall’assicuratore in via telematica tramite le citata Banca Dati.

Altre informazioni disponibili in questo articolo del sito Quattroruote da cui è stata tratta anche l’immagine utilizzata in questo post.

Ricordo anche che, questo percorso di dematerializzazione, porterà alla scomparsa del tagliando RC auto dal parabrezza entro ottobre 2015 con l’obiettivo di riuscite a combattere la truffa delle assicurazioni auto fasulle.

Le assicurazioni Nationwide utilizzano l’iPhone

La diffusione in massa dell’iPhone sta incominciando a portare i suoi frutti anche in ambito lavorativo (se solo qualcuno avesse ancora qualche dubbio). Le grosse società iniziano a guardare all’Apple Store come un fedele alleato per migliorare i propri servizi. Se da un lato le banche hanno fiutato l’affare offrendo applicazioni in grado di accedere ai conti correnti, dall’altro si nota l’avvio anche delle società di assicurazioni.
A debuttare questa volta è la società americana Nationwide, operante nel ramo delle assicurazioni, che ha lanciato la sua applicazione per iPhone. Come funziona? Molto semplice: quando ci sarà un tamponamento non bisognerà più compilare la costatazione amichevole, ma lanciare l’applicazione dall’iPhone. Dopo aver fatto una foto alle auto incidentate, indicato l’esatta ubicazione grazie al collegamento con il GPS (senza più diventare matti per capire dove ci si trova), spiegato la dinamica in un form, compilato i dati relativi ai due conducenti e inserito data e ora, si spedisce tutto via internet e si attende l’email di notifica. Non è fantastico?

Guarda il breve filmato illustrativo.

Personalmente, spero che queste idee possano diffondersi nel settore assicurativo italiano che non brilla per innovazione tecnologica e dei servizi, proprio per offirire servizi sempre più alla portata di tutti o di molti, liberandoci da carte e scartoffie che spesso servono a rallentare sia in efficienza che in efficacia le risposte rese a noi cittadini/clienti della parte abitata della rete.

[via melamorsicata]

Come risparmiare sulla RC Auto


Sono dell’avviso che non si impara mai abbastanza perciò, il primo post dopo questa pausa agostana, riguarda alcune istruzioni rapide per risparmiare sulla RC Auto.

Devo aggiungere che vi sono assicuratori che sicuramente non avranno alcun problema ad applicare quanto previsto dal decreto Bersani, ma ve ne sono altri (ne conosco purtroppo qualcuno) che metteranno i bastoni tra le ruote agli assicurati i quali, ancora una volta e con ragione, non potranno che criticare il mondo delle assicurazioni italiane: speriamo di non dover mai leggere la notizia che qualche assicurato, solo per vedere applicati i diritti sanciti da apposite leggi che qualche assicuratore finge di non conoscere, abbia dovuto farsi accompagnare dai carabinieri per stipulare una polizza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: