Risk Management – Il primo blog in Italia sui temi del Risk Management.

“Non dobbiamo prepararci solo a ciò che possiamo prevedere, ma anche a ciò che non è prevedibile“.

Archivio per iPod

Generali assicurazioni sbarca sull’iPhone con iPolizza

L’anno scorso avevo scritto della compagnia assicurativa Nationwide che, per prima (almeno a quanto mi constava), aveva lanciato un’interessante applicazione per iPhone legata alla gestione della denuncia di un sinistro auto, denuncia che poteva essere fatta dal luogo dell’incidente utilizzando appunto l’iPhone.

Mi chiedevo quando avremmo potuto vedere un’applicazione simile nel mercato assicurativo italiano ed ora posso dire che finalmente ci siamo e la strada è aperta anche per gli altri competitor.

E,’ dunque, con piacere che registro la nascita di questa app per iPhone denominata iPolizza delle Assicurazioni Generali (dedicata ai clienti delle reti di Assicurazioni Generali, Alleanza, Augusta Assicurazioni, Fata Assicurazioni, INA Assitalia, Lloyd Italico, e Toro, con la quale è possibile denunciare un sinistro in real time ed individuare la carrozzeria convenzionata o l’agenzia più vicina) e che segue, di poco, l’app creata da Genertel (non a caso, forse, dato che è una società controllata sempre da Generali).

Ora, come dicevo, la strada è segnata e si aspetta di vedere cosa farà il resto del mercato assicurativo e non solo.

Nuovi rischi: pedoni distratti dall’iPod

Dopo un’estate di “silenzio“ sul blog (ma sono sempre attivo in rete), riprendo a scrivere postando questa notizia che ho letto qui e che ho pensato di riproporre subito in quanto mi pare curiosa, ma nel contempo un segnale di come stanno cambiando le nostre abitudini e, con queste, i rischi.

“Negli ultimi anni“, si legge nell’articolo, “nello stato australiano del New South Wales si è registrato una riduzione nel numero di incidenti stradali. Al contrario, i pedoni investiti risultano essere aumentati del 53% rispetto al 2009 (+25%).

Secondo la Pedestrian Council of Australia, tale aumento è dovuto agli utenti dell’iPod che, ascoltando dal loro lettore la musica a volume elevato, si assenterebbero al tal punto da non prestare attenzione negli attraversamenti stradali, mettendo a rischio la propria e l’altrui vita. Solo quest’anno, infatti, la polizia del New South Wales ha redatto ben 406 multe, ciascuna da $100, per disattenzione verso la sicurezza stradale. Il fenomeno ha indotto l’associazione a promuovere diverse iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento“.

Mi pare un ottimo spunto in chiave di Risk Management: che ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: