Risk Management – Il primo blog in Italia sui temi del Risk Management.

“Non dobbiamo prepararci solo a ciò che possiamo prevedere, ma anche a ciò che non è prevedibile“.

Archivio per hacker

Furto di dati alla Best Western


Leggo proprio oggi la notizia del cyber-furto ai danni della famosa catena alberghiera della Best Western: infatti, pare che i dati personali, tra cui quelli della carta di credito, l’indirizzo di casa e il numero di telefono, di otto milioni di clienti siano stati trafugati dalla rete della Best Western. Il gruppo alberghiero ha rilasciato a riguardo una lunga nota, smentendo l’attacco sull’hacker, ma rimangono alcuni dubbi.

Il mio (dubbio) è se alla Best Western vi sia un risk manager che abbia preso in considerazione tale tipo di evento che, se fosse confermato, potrebbe causare alla società un danno da immagine di notevole entità, nonché danni di natura più materiale come le richieste di risarcimento dei danni patiti dai terzi a causa del trafugamento dei propri dati personali.
Tale situazione non potrebbe non ripercuotersi sulle eventuali quotazioni azionarie del titolo, con ulteriore diminuzione del patrimonio della catena alberghiera. Qualche socio, poi, potrebbe intentare una causa agli amministratori e chiedere loro il risarcimento dei danni patiti. E poi, cos’altro? Hai qualche suggerimento?

Tuttavia, se anche tu sei stato in uno dei 1.312 hotel Best Western negli ultimi 12 mesi, è meglio che vigili sull’estratto conto.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: