Risk Management – Il primo blog in Italia sui temi del Risk Management.

"Arriva sempre un momento in cui non c’è altro da fare che rischiare” (José Saramago)

C.V. – Esperienza e Formazione


Da questa pagina potrete visualizzare il mio Curriculum 2017 che (cerco) di tenere costantemente aggiornato: l’ultima volta l’ho fatto nel mese di febbraio 2017.

10 commenti»

  Walter wrote @

Si informa che il riferimento alla normativa sul trattamento dei dati personali è errata.

Mi piace

  Mauro A. Del Pup wrote @

Grazie. In effetti qui non occorre che io citi il trattamento dei dati e quindi ho eliminato ogni riferimento, ma mi farebbe piacere sapere qual’è quello corretto.

Mi piace

  Bonato Vittorio wrote @

Ciao,
devo confessare che sono rimasto impressionato dal tuo CV, come hai fatto a programmare tutti quei corsi, seminari, wokshop, master,…..

Anche se sto x anadare in pensione sono professionalmente interessato ai rischi aziendali svolgendo la professione di Senior Internal Auditing dal 2004, hai qualche suggerimento da darmi?

Esperienze precedenti varie tra cui da 1969 al 1980 Zanussi 7 anni a PN, 1,5 a RO, 2,5 a Bassano.

Dal 01.03.2008 il mio indirizzo @ cambia.

Mi piace

  Risk Management wrote @

@Bonato: ti ringrazio, ma a me non pare di avere un curriculum “particolare”, tuttavia il tuo commento mi da modo di riflettere. Mi chiedi come ho fatto a programmare il tutto e non so come risponderti. Posso dirti che, come professionista, credo che essere preparato al meglio sia una delle condizioni necessarie per poter svolgere il proprio lavoro. Certo, la formazione costa (soprattutto in termini di tempo che bisogna ritagliarsi anche a scapito di altro), ma non saprei farne a meno dato che ogni volta scopro qualcosa di nuovo che poi mi serve per migliorare quello che faccio. Per le altre tue domande, magari ci sentiamo via e_mail. Un saluto e grazie ancora.

Mi piace

  Paride wrote @

Salve. Davvero molto interessante. le faccio i miei complimenti, per tutto quello che è riuscito a costruire nel suo passato, che le permette quindi di possedere un curriculum così colmo e senz’altro invidiabile. Da ora in poi, sò dove cercare determinate informazioni. A proposito di ciò, le chiedo, se ha da dedicarmi dieci minuti x compilare assieme quel questionario di cui le parlavo. Le assicuro che le interesserà parecchio ciò che ho da dirle! Proverò nuovamente a ricontattarla o meglio ancora, può farlo lei quando ha tempo, se lo ha, sul mio cell:3404041713 o mandarmi una e-mail. Ancora complimenti, grazie per l’attenzione e spero di risentirla presto…e si ricordi: provare non costa nulla. Paride

Mi piace

  personalbroker wrote @

Ciao Mauro, vorrei un consiglio professionale, ho esperienza dal 2001 nel mondo assicurativo con due compagnie Allianz e Toro Assicurazioni, dal 2010 ho conseguito l’esame da broker ed ho lasciato la compagnia, credo che dopo la liberalizzazione della vendita di polizze la differenza tra Broker e Broker la farà la capacità di analisi del rischio, pertanto vorrei non parlare + solo di assicurazioni in azienda ma di analisi del rischio e soluzioni per diminuirlo, trasferirlo con metodi assicurativi e non. Devo valutare un Master perchè credo sia necessario per iniziare Bene, l’indecisione è Verona ” corso di perfezionamento risk management’ e Cineas ”Risk engineering” il cineas molto + costoso ma nel programma si evince le sue particolarità, Verona + semplice ma allo stesso tempo sembra valido, si sofferma meno sul particolare. Il costo e l’impegno è molto diverso Cineas ha una durata di 7 Mesi, mentre Verona di 3 mesi il costo Cineas euro 6.000,00 Verona Euro 950,00 Cosa mi consigli ? Ti sarei grato, personalmente vorrei mettere in pratica quanto insegnano e vorrei diventare un professionista per l’azienda dove quest’ultima trova la soluzione nella gestione del rischio con tutti i sistemi possibili. Non voglio perdere tempo anche se ho 29 anni, voglio centrare l’obiettivo immediatamente. HO TEMPO PER DECIDERE ENTRO LUNEDI/MARTEDI Alessandro 340 3542997

Mi piace

  personalbroker wrote @

Una cosa molto importante che forse sopra non si è capita, il mio obiettivo non è quello di lavorare da dipendente per un azienda come Risk manager, ma bensì come free land in Risk manager e Broker assicurativo. è importante questa precisazione per darmi un consiglio.

Mi piace

  Marco wrote @

Ciao, ho letto il commento sul corso risk management alla facoltà di economia di Vr. Volevo un consiglio. Io lavoro nei cantieri e mi interessava approfondire questo settore perché legato al project management e al controllo del progetto. Può essere quindi utile o il corso è più adatto a chi ha una formazione come la tua? Più in ambito assicurativo? Ciao e grazie,

Mi piace

  Mauro A. Del Pup wrote @

@Marco: da quanto mi scrivi non credo che il corso di Verona sia adatto ad una professione come la tua. Il corso dovrebbe (dico dovrebbe perché quando l’ho fatto io nel 2009 era molto sconclusionato) fornire metodiche evolute di risk management (quindi di gestione dei rischi) con uno sguardo alla gestione integrata in ottica di Enterprise Risk Management. E’ altrettanto vero che, come hai scritto, chi si occupa di questo deve anche avere un buon bagaglio relativo agli aspetti assicurativi, dato che uno dei modi per trattare il rischio è (anche se non è obbligatorio) il finanziamento dello stesso mediante il ricorso al mercato assicurativo.

Mi piace

  Gaetano wrote @

Salve, ho dato un’occhiata al suo blog, al suo CV e sfogliato qualche pagina qua e là. Complimenti per la passione che infonde nello svolgimento dell’attività di Risk Management.
Sarei curioso di scambiare un’opinione sullo stato della professione Risk Management in Italia.
Principalemente ho avuto un’esperienza lavorativa nell’ambito Risk Management all’estero e rientrato in Italia mi sembra che la maggior parte delle PMI non abbia chiare le attività di Risk Management e per lo più le applicano in risposta alle normative emanate per rispondere a determinate esigenze, quasi un fardello.
Ritengo che se si vuole lavorare nell’ambito Operational Risk Management, la scelta è quella di muoversi a Milano in quanto il tessuto imprenditoriale nel resto d’italia non è interessato a questo tipo di attività.
Ho l’impressione che, in Italia, la figura del Risk Professional operazionale non è molto in lustro e quasi sconosciuta a coloro che non appartengono al settore. Anche opportunità di lavoro in questo ambito sono poche, ad esempio non ho rivenuto in Italia agenzie di selezione del personale specializzate nell’ambito Risk Management come all’estero.
Ritene che la professione del Risk Management Operazionale in Italia abbia bisogno di una svolta e se si in che modo.
Sarei curioso di conoscere la sua opinione al riguardo. Grazie

Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: