Risk Management – Il primo blog in Italia sui temi del Risk Management.

“Non dobbiamo prepararci solo a ciò che possiamo prevedere, ma anche a ciò che non è prevedibile“.

Archivio per maggio, 2020

Catastrofi naturali in periodi di accumulo economico e cambiamento climatico

In questo periodo di Pandemia da Covid-19, dove il tempo che ci è dato serve anche per riflettere e pensare a come affronteremo il futuro, trovo interessante questo breve filmato prodotto da Swiss Re per presentare il n. 2/2020 della rivista SIGMA dal titolo eloquente: “Natural catastrophes in times of economic accumulation and climate change“.

Ad oggi, infatti, la maggior parte delle crescenti perdite derivanti da catastrofi naturali sono state dovute al crescente accumulo di esposizione (risorse umane e fisiche) derivante dalla crescita economica e dall’urbanizzazione. Nei prossimi decenni, il cambiamento climatico sarà uno dei molti fattori che contribuiranno maggiormente alla crescita delle perdite e costituisce, già oggi, un rischio sistemico che incide sull’economia globale e sul sistema finanziario. Nel 2015, circa 4,2-13,8 trilioni di dollari statunitensi di attività finanziarie mondiali erano a rischio a causa dell’impatto dei cambiamenti climatici.

Una risposta decisiva per affrontare il rischio climatico passa attraverso la costruzione di un solido sistema finanziario verde, con un’economia a basse emissioni di carbonio. Le imprese che lo hanno compreso saranno anche quelle che in futuro avranno le opportunità migliori rispetto a chi non si decide ancora ad imboccare, in modo convinto, la strada della sostenibilità a vantaggio di tutto l’eco-sistema nel quale, come abbiamo imparato (spero) in questa emergenza, siamo tutti legati alle sorti dell’altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: